GLI SCOPI E I TRAGUARDI

Egregi Associati,

nei quasi quarant'anni di vita dell’IDI, molto si è cercato di fare per sviluppare l’idea che portò alla creazione di quest'Istituto di formazione: non si possono non apprezzare gli sforzi e l'impegno di quanti hanno dedicato a questo scopo, tempo, entusiasmo e professionalità.
Come sempre forse si poteva fare di più e di meglio ma la nostra intenzione, è stata e resta quella di raccogliere l’esperienza acquisita e perseguire traguardi sempre più lusinghieri.

Abbiamo preso iniziative per consolidare rapporti privilegiati con scuole di alta direzione e con docenti scegliendo quelle che abbiano le caratteristiche e la cultura formativa più coerente con il profilo della Piccole e Medie Imprese: è nostra opinione che un'osmosi di idee e cultura tra aziende e università, con sensibilità alle esigenze delle Aziende stesse, possa solo dare nuova linfa e vigore ad entrambe.

Elemento importante del nostro progetto è stata la decisione di avvicinare l'attività di formazione al territorio della Pmi: intendiamo avere un dialogo e un rapporto sempre più forte e costruttivo con le strutture territoriali, Confapi e Federmanager, al fine di sviluppare iniziative strategiche rispondenti alle specifiche esigenze settoriali e geografiche del management d'impresa. Intendiamo coinvolgere le strutture territoriali in un processo di progettazione partecipata degli interventi formativi che possa trasformarsi in risorsa competitiva per l'impresa.

Ci poniamo l’obiettivo di proporre argomenti nuovi, e certamente, più attuali per seguire l’evoluzione e l’innovazione del mercato.

Altre idee e iniziative, coerenti con gli obiettivi posti di ritagliare una posizione di prim'ordine per la Fondazione Idi, nel mondo dell'informazione manageriale e della formazione di dirigenti di impresa, sono gli incontri informativi su temi di interesse generale con testimonianze dal vivo.

 

La nostra missione si è inoltre ampliata in virtù dell'accordo interconfederale relativo alla sicurezza sui luoghi di lavoro e alla ottimizzazione dei processi aziendali che ha identificato nella Fondazione IDI l'Ente Attuatore per una diffusione capillare degli adempimenti normativi e gestionali connessi al T.U. 81/08 D.lgs. 106/09 e D.lgs. 231/01. Una nuova funzione, che si somma a quelle tradizionali, ma soprattutto un importante riconoscimento del ruolo svolto dal nostro Ente, che ora è chiamato ad organizzare nuove e importanti attività mirate alla valorizzazione del management anche in materia di sicurezza e di responsabilità amministrativa.


Perché tutto questo possa aver successo, abbiamo bisogno di un dialogo continuo, propositivo e anche critico con tutti gli Associati, ed è per questo che siamo sempre pronti a raccogliere i suggerimenti e le proposte dei dirigenti e delle aziende associate ai fini di un valido ritorno in termini di prodotto.

Presidenza Fondazione IDI

Portale realizzato da